Giardini di La Palomera
Giardino di Alfonso Carrasco

La fresca ombra di un grande albero di avocado contraddistingue l'ingresso della casa della famiglia Carrasco. Alfonso Carrasco l'ha piantato nel 1994 insieme a un melo, e ci racconta ridendo che all'inizio, mentre l'albero cresceva, ogni dicembre lo decorava come un albero di Natale. Il melo, che era una curiosità nel quartiere, è stato trapiantato qualche tempo fa sul terreno della famiglia Diaz perché era molto più grande. Per più di 20 anni, Alfonso ha aspettato il mese di agosto per far cadere il raccolto di avocado, che si rivela essere sufficiente per regalare e scambiare con i suoi vicini altri alimenti. Da bambino gli piaceva scendere nella città di Baruta durante la Settimana Santa per vedere la processione della Vergine e ha fatto parte dell'Associazione dei Cargueros per più di 53 anni. A 75 anni e con 6 pronipoti ha deciso di trasmettere la sua posizione di carguero alla prossima generazione.

Alfonso nel suo giardino, fotografia di Gabriel Nass
Alfonso nel suo giardino, fotografia di Gabriel Nass
Vista dal giardino di Alfonso Carrasco, foto di Gabriel Nass
Il giardino di Alfonso Carrasco, fotografia di Gabriel Nass
Impianto disegnato dalla Fondazione Enlace
Assonometria disegnata dalla Fondazione Enlace
Specie etnobotaniche presenti